News
  COSA E' UN IMPIANTO MICROEOLICO 

 Per microeolico si intendono impianti, capaci di fornire da meno di 1 kW ad un massimo di 20kW, essi hanno vari utlizzi ,   in genere sono installati in modalità stand alone (scollegati dalla rete elettrica del fornitore) su strutture mobili come camper,  barche a vela, yacht, cucine da campo, ospedali da campo, in altri casi sono impiegati , sempre in modalità stand alone, in cogenerazione con pannelli fotovoltaici,  per alimentare sistemi di trasmissione dati o immagini IP  in combinazione con  hub, server e router wireless  installati in luoghi non coperti da rete ( Aree marine protette, parchi naturali, ecc). La  piccola quantità di energia che riescono a produrre è sufficiente a fornire corrente per qualche lampada fluorescente, frigoriferi ecologici, computer,  ventilatori, ma non ad alimentare resistenze elettriche di forni, phon, scaldabagno o lavatrici. Nel caso di aerogeneratori microeolici di dimensioni maggiori l’utenza tipo è la piccola baita e/o la piccola azienda agricola. Piccoli aerogeneratori ad asse orizzontale possono essere installati sui tetti degli edifici, ma all'aumentare della loro taglia potrebbero nascere problemi come : il fisaggio degli stessi, il rumore, le vibrazioni e la turbolenza causata dai bordi e/o dall'apice dei tetti. I moderni aerogeneratori ad asse verticale non soffrono dei problemi dei "cugini" ad asse orizzontale e sono, quindi, più indicati per l'installazzione sopra edifici, specialmente se questi si trovano in zona costiera, collinare o svettano sugli edifici costruiti intorno.

                          

                  Aerogeneratori microeolici ad asse orizzontale ed ad asse verticale

 Il D. Lgs. n. 387 del 29 dicembre 2003 introduce la possibilità di rivendere ai distributori e produttori di energia, la potenza sviluppata in eccesso.

Chi installa un impianto eolico può scegliere fra due modalità:

1.     uso stand alone (non in rete);

2.     uso on grid (in rete);

 

                                                                                                                        

                                               Impianto microeolico satand alone ed on grid

 

  • Nel primo caso userà delle batterie per accumulare l'energia prodotta in eccesso e riutilizzarla in un secondo momento nella rete di casa.
  • Nel secondo caso, potrà rivendere l'energia a un operatore a sua scelta, ENEL o altri, il quale su richiesta del cliente non potrà rifiutare l'allacciamento alla rete dell'impianto e di acquistare la potenza elettrica eccedente ai prezzi imposti per legge.

In Sicilia Puglia, Toscana e altre regioni, per l'installazione di questi mini-impianti è sufficiente una denuncia di inizio attività (DIA), senza bisogno di ulteriori permessi , se i singoli generatori microeolici hanno una  altezza complessiva non superiore a 1,5 metri e diametro non superiore a 1 metro, sono considerati  interventi  di manutenzione  ordinaria  e non  sono soggetti alla disciplina della DIA,  per questi è sufficiente una dichiarazione preventiva al comune..

 

  D.M. 6 Luglio 2012 e Tariffe Microeolico 

 Il D.M. 6 luglio 2012 regolamenta tutte le tariffe omnicomprensive per gli impianti eolici di tutte le dimensioni  che  sono  connessi  alla  rete  elettrica  nazionale  a  partire  dal  1  Gennaio 2013. L’incentivoviene erogato direttamente dal GSE (Gestore dei Servizi Elettrici) per  una  durata  di  20  anni, questa è la prima sostanziale differenza con  la  normativa  precedente poiché, nella precedente legislazione, esso,  veniva erogato solo per 15 anni.  L’incentivo viene erogato, come in precedenza,  sull’energia  prodotta  dagli  impianti (misurata in kWh) con l’esclusione di quella  che serve all’impianto stesso per funzionare. Dopo i 20 anni  di tariffa incentivante l’energia potrà  essere venduta  sul  mercato  elettrico godendo  sempre del ritiro dedicato ossia con la  possibilità  di immettere tutta l’energia in rete  remunerata con il prezzo zonale  medio  dell’area geografica  dove si trova l’impianto. Le tariffe incentivanti sono esposte nella tabella di Figura 1.

 

 
Tipologia di impianto eolico
Potenza nominale dell’impianto [kW]
Vita utile dell’impianto [anni]
Tariffa omnicomprensiva base [€/MWh]
On - shore
1<P<20
20
291
Fig. 1 - Nuove tariffe incentivanti previste per la produzione di energia microeolica in Italia a partire dal 1gennaio 2013
 

Dalla tabella di figura 1 emergono subito due considerazioni:

  1. La tariffa per il mini eolico (che prima era  formata  da  tutti  gli impianti di potenza  compresa fra 0 e 200 kW) è stata  rivista  al ribasso e divisa in 2 classi di potenza.
  2. I ribassi sono però molto contenuti e la tariffa  allungata  in durata.E’ stata introdotta una tariffa omnicomprensiva per tutti gli impianti.  Questo  fatto è  estremamente positivo  in ottica di sviluppo di progetti eolici.  Colui che  si  appresta a  pianificare la costruzione di un impianto,  di    qualsiasi taglia sia, potrà   infatti infatti pianificare  l’investimento contando su una tariffa certa e fissa invece che con  prezzi  di  vendita di  energia  variabili in base alle condizioni di rete e di mercato.
  INVESTIRE NEL MICROEOLICO 

 L’investimento in questo settore conviene, la potenza minima installabile è di un kilowatt, con una pala da 1 kW, dal costo variabile tra  i 1.500 e i 3.000 euro, si può coprire fino al 30% dei consumi energetici e della bolletta , al crescere della potenza installata si avrebbero  delle economie di scala, e risparmi per euro/chilowattora; tuttavia, al crescere della potenza aumenta anche il peso e l'ingombro dell'impianto, e la velocità minima del vento per produrre energia, rischiando un minore numero di ore annue di funzionamento, per questo è sempre necessario affrontare preliminarmente una campagna di misura anemometrica  per  determinare  la potenzialità  del sito su cui si vuole  installare  il  generatore. Un buon progetto faciliterà la scelta dell’aerogeneratore azzeccato per il sito . In questo momento i  prezzi  dei micro aerogeneratori sono in rapida discesa e  quindi,  oltre  a  beneficiare  di  una  tariffa  più lunga  che garantisce introiti più elevati rispetto al passato  si beneficia  anche    del minor  costo  della  turbina stessa.

Atlante Italiano dei venti

Via Anselmo D’Aosta, 1

90146 - PALERMO

info@sepsrl.eu